Compagnia Teatrale

GHEM VOJA DE DIVERTIS

Via Diaz, 5  -  22010 Carate Urio  -Co-

Codice fiscale 95087370136  

 
 

 

È una compagnia teatrale (amiis che fan finta de fa i atur), dialettale,  di Carate Urio (Co)

Ci è stato detto che nel nostro ameno paesino, negli anni 50, esisteva un gruppo di volontari che facevano il teatro dialettale ma… gha piasaria dervì ul discurs cunt qui che han giammò pruvà .

Qui pusè vecc, sa regordan  che esisteva anche un teatro, dove attualmente c’è l’oratorio. Se ne evince che  è “una vocazione paesana”.

Nel Luglio del 2001, per festeggiare in modo diverso la nostra Patrona; (S. Marta il 29 Luglio) .scaturì l’idea di fare una drammatizzazione sulla vita di S. Marta.

Nel giro di 15 giorni si mise in piedi una scenetta che descriveva la vita quotidiana di una famiglia caratese, cun tutt quel che gh’è in d’una cà,  confrontando come si sarebbe comportata S. Marta in quel contesto.

La popolazione si aspettava… chissà cosa. Tanta gente affollava il sagrato del Santuario  ed anche se divertiti, rimasero a bocca amara perché durò solo 20 minuti. In 15 giorni – sa pudeva minga pretend la luna! Cunt i nosct paisan che giughavan a fa j atur –  

Come avrete capito non abbiamo alcuna struttura, nessun palco con le tende rosse, la platea.. Niente di tutto questo. Noi abbiamo solo un sagrato scosceso davanti al Santuario, col rumore delle macchine che passano e col rischio che … la vegna giò bagnada…

Ma l’entusiasmo degli “attori “ fu così grande che,  anno dopo anno, con grande forza di volontà, determinazione, impegno costante; il tutto condito con –LA VOGLIA DI  DIVERTIRSI -  ridendo e scherzando, abbiamo messo in scena:

2001    UNA BUSINADA DE STI TEMP  INDRÉ (nome ideato dal Dr. Ettore Antonelli)

2002    LA CA’ STRENCIA

2003    L’EERA DE PICIALL

2003    SURPRESINA DE NATAL

2004    UL VESTI’ DE L’ADALGISA

2004    ANDREA LUMAGA TRASPORTI RAPIDI

2005    SE L’ERMINIA LA SA SPUSA

2006    L’È ROBA DE NIENT

Ogni serata di “prove” è  divertimento; vuoi per la trama,  vuoi per il clima  instauratosi tra gli attori, uno dimentica gli affanni, le corse della giornata, lo stress anche per andare alle prove perché ognuno ha già i suoi grossi impegni famigliari; da qui è scaturito spontaneo il nome della Compagnia “Ghem voja de divertis”

I componenti, in questi anni, hanno maturato innanzitutto una certa professionalità oltre alla consapevolezza  del ruolo vero dell’attore – far divertire- e, non è poco se si pensa al lavoro che c’è dietro una rappresentazione, l’interiorizzazione e l’assimilazione del testo.

Anche se le difficoltà non mancano, stiamo crescendo, soprattutto grazie all’affiatamento e allo spirito di collaborazione di ciascuno, del rest  semm laghè, abituà a remà anca quand ghè la breva.

Il nostro brio deve essere contagioso perché, in tanti si offrono di aiutarci in tanti modi e questo, oltre agli applausi, ci gratifica e ci sprona.

Dicevo prima che non abbiamo un teatro ma, in compenso, abbiamo un’Amministrazione Comunale –nella persona dell’attuale Vice Sindaco Daniele Aquilini-, che nel corso di questi anni  ha sempre dimostrato interesse e aiuto concreto nei nostri confronti. Basti pensare… ai microfoni, le quinte, il palco e poi… quanti uomini di buona volontà ci danno … una mann, un pè, una gamba, na roda… quel che gha bisogna.

Ormai numerose sono le repliche anche a favore di gruppi e associazioni di volontariato e oratori.

Siamo stati a:

Laglio, Domaso, Griante, Moltrasio, Maslianico, Argegno.

Le uscite sono impegnative ma ripagano perché, un grande lavoro di preparazione, di prove, allestimento scene per una sola volta è sprecato.

Se pensiamo che viviamo in una società individualista ed egocentrica…. Siamo controcorrente e siamo felici di esserlo.

Chiunque volesse “divertirsi” può inserirsi, c’è lavoro per tutti.

 

 

 

Scrivi a: mario@taroni.net