Home Sommario Contatti Meteo Links

Le chiese e i portali

 

Su

Le Chiese e i portali in pietra

 

Il monastero di San Benedetto fu costruito nella Val Perlana attorno all’anno 1000.

    Situato a 800 m d’altezza ci rivela nella fattura dei suoi archetti, nella perfezione delle colonnine delle sue absidi, l’abilità dei nostri “pica preda”.

 

    Il Battistero di Lenno

Questa costruzione è una delle più antiche della nostra zona: risale al IX secolo dopo Cristo.

     Le sue forme “romaniche” sono un po’ primitive ma ci testimoniano dopo,1200 anni, come erano capaci di lavorare la pietra i nostri antenati.

 

San Fedelino

Questa piccola chiesetta, lungo il fiume Mera fu costruita nell’anno 1000, sul posto dove venne martirizzato san Fedele, che era un soldato romano, vissuto nel III secolo, che si era convertito al cristianesimo e che aveva testimoniato con la morte la sua fede.

Anche questa costruzione posta sulla via di  comunicazione fra l’Italia e l’Europa (dal lago di Como, attraverso Chiavenna e il passo della Maloja si arriva in Svizzera) ci rende testimonianza di come l’arte dei nostri costruttori non avesse confini.

 

Il campanile della chiesa di Urio è stato costruito nell’anno1000 ed è uno dei più antichi del nostro lago.

Fin da allora le pietre delle cave di Carate, squadrate a regola d’arte dai nostri scalpellini servivano per costruire bellissime opere di muratura, che ancora oggi destano l’ammirazione di chi le guarda.

 

Il campanile della chiesa di Santa Marta di Carate,costruito nel   XII secolo , è uno dei campanili   romanici più belli fra tutti i numerosi campanili romanici del nostro territorio .

Si possono ancora ammirare i delicati archetti che dividono le varie zone del campanile e le bellissime colonnine “a stampatella”   che formano le “bifore” .

Portali

Il portale della Chiesa di San Fedele Intelvi

Il bellissimo portale della chiesa di San Fedele Intelvi del XII secolo ci rivela, ancora a quale perfezione artistica fossero giunti gli antichi “PICA PREDA”.

    Le svelte colonnine, la delicata decorazione dei capitelli ci testimoniano quanto fossero abili nel lavorare la pietra i nostri scalpellini.

 

Portale di una chiesa di Lugano

Questo bellissimo portale del XVI secolo ci svela, nella bellissima composizione rinascimentale, la perfezione artistica cui erano giunti i nostri maestri lapicidi.

 

Il portale del Duomo di Como

Il portale delle donne, uno delle cinque splendide porte del duomo di Como, è l’ultima immagine che abbiamo scelto per illustrare l’arte dei “picapreda” del nostro territorio.

Le loro opere, hanno testimoniato in tanti paesi europei questa bellissima tradizione artistica che ancora oggi, suscita l’ammirazione di tutti.

 

 

Scrivi a: mario@taroni.net